ECO DOPPLER

DOVE FARLO e COME FARLO

L’eco doppler o ecografia doppler è un’analisi medica che mette in evidenza lo stato di salute e il livello di ostruzione delle vene, delle arterie e dei vasi sanguigni, fino al cuore.
La misurazione è in tempo reale ed avviene grazie ad un manipolo che irradia onde trasversali rispetto al vaso.
Prende il nome dal suo principio fisico di funzionamento, l’effetto Doppler.

E’ al momento la tecnica di analisi più dettagliata e puntuale per l’analisi del sistema circolatorio.

L’ecografo mette in evidenza la morfologia delle pareti vasali, la loro elasticità, la presenza o meno di formazioni endoluminali, la struttura della “placca ateromasica” la situazione emodinamica del flusso sanguigno in quel determinato punto e quindi si possono quantificare i vari gradi di stenosi, distinguendo le stenosi emodinamicamente significative da quelle non emodinamicamente significative. Si possono inoltre valutare le caratteristiche morfologiche delle placche ateromasiche.

Non sempre è necessario prescrivere un’analisi eco doppler, ed è il medico di base a dover decidere quando prescriverla.

L’eco doppler screening è una tecnica usata per le misurazioni dei vasi nei punti terminali (dita) e consente al medico di base di avere una lettura precoce prima della prescrizione dell’esame.

L’esame eco doppler va effettuato in un ambulatorio medico attrezzato poichè il paziente va predisposto all’esame, deve presentarsi senza indumenti, bendaggi, gessi.
Per lo studio dell’addome superiore è necessario il digiuno per lo meno da 6 ore ed è consigliabile, per ridurre il gas a livello dello stomaco e dell’intestino prendere degli antigas (Dicalmir, Silisan, Nogas, Carbone vegetale) per i due giorni precedenti l’esame.
Nei casi di pazienti stitici è consigliabile un clistere di pulizia per eliminare le feci, che contenendo aria disturberebbero l’esecuzione dell’esame.
Per lo studio dell’addome inferiore (vescica, prostata, utero, ovaie) è necessario che la vescica sia ben piena, l’esame, infatti, è possibile perché gli ultrasuoni riescono a passare attraverso l’urina della vescica distesa e non attraverso il gas dell’intestino, per tale motivo è necessario che la vescica sia piena da 5/6 ore, oppure che fino a mezz’ora prima dell’esame si beva più di un litro di acqua non gasata o di altri liquidi non gasati.
Nel caso di uno studio della prostata anche per via transrettale è indispensabile un clistere di pulizia per togliere le feci dall’ampolla rettale dove deve entrare la sonda.
L’eco doppler ha tempi di attesa presso le AUSL locali piuttosto lunghi, dai 6 mesi ai 24 mesi a secondo delle code d’attesa e prezzi a seconda del ticket, che al massimo arrivano a 36 €.
L’eco doppler può essere effettuato in diverse cliniche private con tempi di attesa da 3 giorni a 30 giorni e prezzi dai 90 ai 180 € massimi.

Lo screening eco doppler viene effettuato nelle farmacie specializzate, in apposite giornate, con prezzi che vanno dai 5 ai 25 €.